Concerto musicale “ Musicalmente insieme”

14 Maggio 2019 ore 10,30-11.30

 

L’A.I.A.S. sezione di Acireale, in collaborazione con l’Istituto di Istruzione          Superiore “Concetto Marchesi” di Mascalucia, è lieta di invitare le SS.LL. al concerto musicale Musicalmente insieme”, che si terrà presso il Centro Polifunzionale “Alice Anderhub”, sito in via Lazzaretto 65, Acireale.

Gli Alunni dell’Istituto scolastico, diretti dai docenti di educazione musicale, intratterranno i nostri ragazzi con brani di musica leggera, quale momento di integrazione ed inclusione sociale.

Vi aspettiamo calorosamente                                                                                                             Il Presidente

 

Prossimi Eventi A.I.A.S. ACIREALE

L’ A.I.A.S. sez di Acireale, ha stipulato in data 12/12/2018 un Protocollo di Intesa con la Fratres Onlus di Acireale e Fraternita Misericordia Onlus di Acireale.

 

  

Prossimi eventi:

Il Presidente della Fraternita Misericordia Onlus Dott.Sebastiano Leonardi ha organizzato il Convegno dei Giovani “Misericordie” che si svolgerà presso il nostro Centro Polifunzionale Sabato 9 Marzo 2019;

Il Vice Presidente della Fratres Onlus, Marco Catalano ha organizzato il Consiglio Provinciale Fratres Onlus che si svolgerà presso il nostro Centro Polifunzionale Sabato 16 Marzo 2019;

 

Inaugurazione del nuovo Centro di Riabilitazione di Giarre intitolato a Teresa Badalà Vigo

 

GIOVEDI’ 08 NOVEMBRE 2018, ORE 15.30
INAUGURAZIONE DEL NUOVO CENTRO DI RIABILITAZIONE DI GIARRE
INTITOLATO A “TERESA BADALA’ VIGO”
A.I.A.S. Giarre – Via Luigi Orlando snc
Un nuovo Centro, unico nel suo genere, realizzato in materiali esclusivamente rinnovabili,
una struttura che incarna i buoni principi della bio edilizia per poter rispondere ancora
meglio ai bisogni dei nostri Assistiti delle loro famiglie.

 

Il taglio del nastro e la benedizione che verrà impartita da Vescovo della Diocesi di Acireale, Mons. Antonino Raspanti,

rappresentano un momento importante per i disabili e le loro famiglie, per la Nostra Sezione e per l’intera Città di Giarre.

 

Manifestazione di solidarietà con gli “Amici delle Missioni” all’AIAS di Acireale

Si è svolta stamane al Centro di Riabilitazione AIAS di Acireale una Tombola di beneficenza insieme agli “Amici delle Missioni”, associazione presente ad Acireale e che da venti anni opera in Guinea Bissau, nei villaggi di Bula, San Vincente ed altri villaggi minori. Una mattinata per la solidarietà che impegna in maniera significativa il Centro AIAS e i suoi assistiti e che trova nell’amico solidale da tanti anni, il Diacono Sebastiano Genco, un propulsore vero del bene rappresentato dalla solidarietà diffusa. Una mattinata dedicata al gioco della Tombola che ha permesso di rinsaldare una vera amicizia e collaborazione nel migliorare la qualità della vita delle popolazioni africane. La sezione acese dell’AIAS ha negli anni contribuito alla costruzione ed attivazione di un pozzo in Guinea Bissau ed inoltre realizza una ”Adozione a distanza” di una ragazza del Villaggio di Bula, che impegna la Sezione AIAS di Acireale in maniera continuativa nel tempo ed efficace nella sostanza della solidarietà diffusa e piena. Presente alla manifestazione ludica e ricreativa della Tombola anche Melania Raciti, dell’Associazione “Amici delle Missioni”, che ha scambiato con i nostri assistiti suggestioni, parole, affetto e storie dei villaggi della Guinea Bissau.

Il Presidente della Sezione AIAS di Acireale, dott. Armando Sorbello, con il Consiglio Direttivo al completo, la direzione Sanitaria e gli operatori professionali del Centro, ha lanciato una idea/progetto, un ponte ulteriore di azioni di solidarietà attraverso la dotazione di ausili speciali per bambini disabili della Guinea Bissau, un ulteriore tassello che ci permette di poter affermare quanto un bene solidale, quale una protesi o un dispositivo utile a superare un ostacolo rappresentino efficacemente il bene comune e l’attenzione per tutte quelle persone, e sono tante, che non dispongono in maniera continua ed efficace di attenzioni mirate con l’obiettivo di abbattere i muri e costruire ponti: di attenzione per il diverso, per l’autonomia piena intesa anche come diritto individuale e familiare, di fratellanza, di gioia e di un sorriso “contagioso”, nel volto della bambina, ormai cresciuta di molto, che avevamo “adottato a distanza” che possiamo scorgere ancora in una gigantografia presente nella sezione.